Il mio itinerario di 3 giorni a San Francisco (dopo un anno di vita qua) Via che si va

L’hotel con miglior rapporto qualità-prezzo secondo me è il San Remo Hotel a North Beach (la mia famiglia dorme lì quando mi viene a trovare). Per poco più di 100€ a notte a camera potete dormire in una zona centralissima e in un hotel davvero carino ( 8.1 su Booking). Unica pecca: ha i bagni in comune. Nota bene: evitate la “Camera Matrimoniale senza Lavandino con Finestra Interna e Bagno in Comune”, la finestra dà letteralmente sulla reception e la camera è piccolissima. Le altre camere vanno molto bene, ma quella no.

Un altro hotel ottimo per chi vuole risparmiare è il Travelodge By The Bay. Lo stile è quello del classico motel, niente di più, niente di meno. È fuori dal centro, ma vicino al Fisherman’s Wharf e alle curve di Lombard Street (pochi minuti a piedi). È in una zona sicura, su una strada di passaggio (non bella, eh).

Ha anche il parcheggio, che a San Francisco non è scontato. Itinerario a San Francisco – Giorno 1: Fisherman’s Wharf, Pier 39, Coit Tower, Lombard Street e Alcatraz

I biglietti si prenotano su questo sito e vengono venduti alla velocità della luce. In particolare io vi stra consiglio il tour notturno perché è dedicato solo a voi e ci sono delle attività extra in conclusione: l’atmosfera è quella giusta, fidatevi. I biglietti per questo tipo di tour però sono quelli che vengono esauriti prima, quindi pensateci per tempo.

Qui tra Market e Powell girate verso destra (nord) su Powell St e procedete per 3 isolati fino a raggiungere Union Square. Questa è la zona più simile alle “piazze” a cui siamo abituati noi in Europa: qui troverete i famosi cuori di San Francisco e il nuovo Apple Store (quello con la scala da 1 milione di $, probabilmente l’avrete letto sui giornali).

• Se è il weekend: salire su un Cable Car a Union Square è praticamente impossibile perché la partenza è uno stop prima (su Market & Powell) e saranno tutti pieni. Tornate quindi indietro verso Market e fate la fila alla fermata dove vedete il turntable (una piattaforma girevole dove invertono manualmente la direzione dei cable car). Sempre linea Powell-Hyde, NON Powell-Mason. Il biglietto va fatto al banchetto della biglietteria e costa 7$ a testa (ma merita!).

È molto turistico, lo so, ma se lo percorrete fino in fondo potrete vedere il favoloso rifugio dei leoni marini che a me fa impazzire (ne ho parlato anche qui: Dispacci da San Francisco #5: le fochine ciccione, Halloween e il tabù della nostalgia). Tra l’altro da questo punto, se non c’è la nebbia (o meglio: Karl The Fog), si vedono molto bene sia Alcatraz che il Golden Gate Bridge.

• andare alle 14:50 da Mama’s on Washington Square: questo è secondo me il posto migliore per il brunch a San Francisco, ma si aspettano sempre 2 ore (ne ho parlato sempre nel post su North Beach), se però arrivate alle 14:50 normalmente non c’è nessuno (a parte nel weekend che rischiate comunque di trovare fila). Ordinate un Monte Cristo (foto sotto), FIDATEVI.

Se mangiate in velocità al Fisherman’s Wharf avrete un po’ di tempo anche per girare North Beach (in questo post i miei consigli: Da non perdere a San Francisco: una passeggiata a North Beach), se invece decidete di fare una vera esperienza da San Franciscan e dedicare un po’ di tempo al brunch da Mama’s allora niente, prossima tappa Coit Tower!

⭐ Precita Eyes Mural Arts and Visitor Center: questo non è un murales (per questo ha una stellina e non una lettera) ma è un punto di riferimento per chi vuole approfondire. Il Precita Eyes (2981 24th Street) è un collettivo di artisti e volontari che si occupa di preservare le opere e tra le altre cose organizza anche tour a piedi delle zone più belle. I tour sono nei weekend e durano 2 ore e mezza per un prezzo di 2$0, per veri appassionati, diciamo. All’interno del Visitor Center trovate volendo anche le mappe per i self-guided tour al costo di $5 con segnalati tutti i murales dell’ares.

Per raggiungere Haight-Ashbury io vi consiglio di fare un bel giro lungo 17th e poi Cole St (vedi mappa), ma anche Clifford Terrace e Roosevelt Way se avete tempo e voglia di gironzolare. Qui non c’è niente di appariscente, è un quartiere residenziale di San Francisco, ma è davvero molto carino e vi dà l’idea della dimensione “quotidiana della città”.

Ciao e grazie per tutte le info strautili che ho letto su questo blog.. Si avvicina il ns. viaggio in California e mi piacerebbe una tua visione/consiglio sul giro che ho in mente di fare.. saremo a SF 3 notti ma in realtà solo 2 giorni pieni.. Intanto dormiremo a Fremont (Best Western Garden Court..) muovendoci i 2gg vs. SF con la Bart.. Abbiamo scelto cosi sia perchè non avevo voglia di guidare in SF sia perchè mio figlio vuole a tutti i costi andare allo Skate park a Fremont..

Allora.. il 10/8 mattina avrei pensato: sveglia di buon ora (tanto ci aiuterà il jet lag) e Bart verso le 7-7.30 (dove parcheggerò l’auto) per essere in SF verso le 8-8.30 con scesa a Montgomery Street. Poi a piedi visitando nell’ordine: Union Square/Chinatown/Coit Tower/Lombard Street/Hyde Street (cablecars).. Poi pensiamo di prendere il bus gratuito PresidioGo Downtown che ferma nei pressi di Lombard Street e andare fino a crissy Field.. poi Presidio con Walt Disney family museum (ne vale la pena entrare?)/SF Cemetery e il Golden Gate..